RISE with SAP: i passi per una migrazione di successo

Le aziende di information technology più importanti al mondo hanno già scelto il cloud: una frase di poche parole, per una rivoluzione vera e propria nel mondo ICT. I colossi del mercato sono in grado di condizionare e veicolare nuovi paradigmi tecnologici che non potranno essere ignorati dalle aziende clienti quando si troveranno a compiere scelte di tipo strategico. Una tendenza ben nota anche per SAP: la nota azienda tedesca, già da qualche anno, ha avviato una politica di innovazione verso i prodotti cloud-based, offrendo valide alternative alla sua più tradizionale offerta on-premise.

L’espansione inarrestabile del mercato cloud

Fornire tecnologia attraverso il cloud significa semplificare la gestione della stessa per i clienti utilizzatori. Questi si dovranno concentrare sulle soluzioni a supporto del proprio business, ignorando le implicazioni di carattere infrastrutturale, perché saranno problematiche interamente gestite dai fornitori di tecnologia cloud. Per questo motivo, l’impulso dato dai grandi attori trova riscontro nella domanda dei clienti e delle aziende, in un mercato il cui valore raggiungerà i 600 miliardi di dollari entro il 2023.

Cloud: il ruolo di SAP

I protagonisti del mercato si diversificano fra loro per la tipologia di fornitura che propongono. Alcuni si focalizzano soprattutto sull’infrastruttura, altri cercano di agire proponendo applicativi gestionali progettati per poter essere forniti in cloud, mentre altri ancora cercano di proporre entrambe le tipologie di servizio.

Osservando più da vicino i fornitori di applicativi, possiamo sostenere che alcuni si concentrano sulla fornitura di applicativi gestionali dedicati a uno specifico processo aziendale. Altri, soprattutto per la storia che li rappresenta e per l’importanza che la loro esperienza ha lasciato e continua a lasciare sul mercato, sono specializzati nella fornitura di applicativi gestionali che coprono, in modo eccellente, le esigenze su tutti i processi core delle aziende finali.

SAP rappresenta questa categoria: il suo ecosistema di servizi copre tutte le potenziali esigenze aziendali, dall’acquisizione dei dati di produzione dai macchinari al collegamento esterno con fornitori e clienti per l’automazione delle filiere. Oggi, l’offerta SAP vede, per la maggior parte dei servizi, la possibilità di scegliere fra servizi cloud-based oppure on-premise, anche se già da qualche anno la direzione cloud-first, soprattutto per i nuovi prodotti, è quella preminente.

I passaggi fondamentali per una buona migrazione

Quando un’azienda sta valutando l’abbandono del proprio data center a favore di una soluzione in cloud deve porsi alcune domande preliminari, che direzioneranno i passaggi successivi.

  • Ho bisogno di posizionare il mio sistema informativo presso una infrastruttura Cloud oppure ho bisogno di un nuovo sistema informativo? La risposta a questa prima domanda può aiutare ad indirizzare verso una determinata soluzione.
  • Sto pensando a un servizio IAAS (Infrastructure as a Service) oppure a un servizio SAAS (Software as a Service)? Con IAAS il cliente può posizionare il sistema informativo in uso in un’infrastruttura terza, in cloud per l’appunto; con SAAS il cliente, oltre a decidere di localizzare il proprio ERP in una infrastruttura terza in cloud, sta decidendo anche di cambiare il proprio sistema informativo a favore di una soluzione a gestione centralizzata.

La grande influenza che gli attori del mercato esercitano a livello globale sta portando alla nascita di nuovi fornitori minori che possono contribuire a rispondere alle domande che i clienti finali si pongono.

Ne consegue che il panorama dell’information technology sta cambiando e, forse, stiamo assistendo alla prima vera rivoluzione tecnologica da 40 anni a questa parte.

L’offerta di SAP per il cloud a 360 gradi

Anche SAP, con la soluzione applicativa che risulta essere sul mercato la più avanzata, data la sua completezza, ha adottato il cloud come paradigma distintivo. SAP sta portando la ricchezza del suo ERP, leader mondiale per qualità delle soluzioni in esso contenute, da proposizione on-premise a proposizione cloud.

In altre parole, sta trasformando il suo ERP in una soluzione SAAS. In realtà la strada scelta è quella del parallelismo: continua a far crescere e manutenere anche la versione on premise, a garanzia dei propri clienti e per rispondere alle aziende che, per ragioni decisionali o di opportunità, resistono ancora ai nuovi paradigmi.

Anche questa particolarità rende questo ERP il più completo e ricco di funzionalità al mondo, sia nelle versioni classiche on premise sia nelle versioni SAAS: come abbiamo accennato, con SAP è ancora possibile scegliere fra un prodotto (versione on premise) o un servizio (versione cloud).

Per quanto riguarda il mondo dell’innovazione Cloud, la proposta di SAP è chiamata RISE e prevede due versioni: RISE Public Cloud e RISE Private Cloud.

  1. RISE Public Cloud si presenta come un sistema preconfigurato e risponde alle esigenze delle aziende utilizzatrici distinte per settori industriali. Con il Public Cloud l’impatto progettuale diventa più leggero.
  2. RISE Private Cloud, invece, rispecchia la versione on premise dell’ERP SAP (SAP S/4HANA) e il progetto è del tutto simile a quelli che si prevedono per la versione tradizionale.

Entrambe le versioni permettono l’utilizzo della BTP (Business Technology Platform) come strumento di integrazione o personalizzazione di alcune funzionalità.

Le decisioni preliminari all’adozione di RISE with SAP

Così come la scelta della migrazione al Cloud presuppone la risposta ad alcune domande fondamentali, anche il percorso di avvicinamento ad una soluzione RISE deve partire da lontano e deve cercare le risposte a determinate domande. Per esempio:

  • L’azienda vuole portare il proprio gestionale sul cloud o deve sostituire il gestionale?
  • L’azienda usa già SAP S/4HANA nella versione on-premises? Se sì, la volontà è di portare questo sistema in cloud o di fare un upgrade dello stesso verso una soluzione SAAS di SAP?
  • L’azienda utilizza una versione datata dell’ERP SAP? In questo caso si vuole un upgrade alla versione più recente SAP S/4HANA rimanendo on-premises oppure si preferisce la versione RISE?

Le risposte a queste domande aiuteranno l’azienda nel percorso di avvicinamento a RISE. Naturalmente i quesiti qui proposti costituiscono solo la parte preliminare del ragionamento strategico che ogni azienda dovrebbe fare durante la valutazione di una strategia di migrazione al Cloud.
Nella realtà le domande necessarie possono essere molto più numerose e ramificate, rendendo difficile per le aziende effettuare la scelta più adatta in completa autonomia. Per questo motivo gli specialisti di IT-Link e Qintesi sono disponibili per approfondire questi temi, guidando le aziende verso un cambiamento del proprio sistema informativo.

Come esercizio preliminare, per avviare il percorso di avvicinamento ad una soluzione SAAS, IT-Link e Qintesi consigliano di lavorare ad un benchmark fra i costi diretti e indiretti legati all’information technology in uso e il costo che potrebbe avere RISE. Considerando che RISE, all’interno della propria quotazione, conterrà la risposta a molte delle voci di costo che l’azienda sostiene per la gestione del sistema informativo in uso.

© Copyright – IT-Link S.r.l. Sede Legale, via Stazione Romanore 2 – 46034 Borgo Virgilio (MN). Partita Iva 02039020207 – Capitale Sociale Euro 100.000,00 i.v        T: +39 0376 642613         M: info@it-link.it

Privacy Condizioni d’usoCodice Etico

G-SB1HGTSZCH